mercoledì 21 marzo 2012

Formiche Verdi (nel loro piccolo s'incazzano)

www.youtube.com/watch?v=oReNgyNXl6s

La lotta dei NoTav o delle popolazioni campane contro la creazione di discariche etc... mi ricorda assai gli aborigeni. Anch'essi si opposero alla creazione di ferrovie e strade in luoghi che per loro erano semplicemente sacri, dove la creazione di tali sovrastrutture avrebbe inevitabilmente contaminato il loro ambiente. Me lo ricorda soprattutto il fatto che queste "grandi opere" vengono fatte ora come allora a scapito dei "piccoli uomini", per imposizione, anche attraverso l'uso della forza, incuranti delle ragioni dei popoli. Senza alcun rispetto per la roccia dove sognano le formiche verdi perchè magari, la sotto c'è l'uranio e soprattutto c'è da lucrare sodo. Si sorride delle credenze, degli affetti, della sensibilità dei popoli, così ridicola rispetto alla forza delle grandi opere e dei loro rendiconti miliardari, si sorride delle fiabe, ma se abbiamo ancora un pianeta abitabile sotto i piedi e sopra la testa è grazie proprio a queste favole che indussero i nostri antenati a rapportarsi rispettosamente con il loro habitat. Si accusano spesso quelli che protestano di non proporre alternative: ma cosa si vuole da questi sfortunati? che scelgano di che morte morire? Forse sfugge ai Grandi Operisti \Operatori che magari NO vuol dire semplicemente NO. Che ci sono ragioni diverse dal profitto economico, che il sasso sotto il quale sognano le formiche verdi non si tocca. E allora lasciate in pace il Vesuvio e la Val di Susa. Semplicemente andatevene. Non tirate fuori la storia della grande opera "avallata democraticamente" - se volevate essere democratici dovevate ascoltare chi vive in quelle terre. Non è stato fatto, o meglio è stato concesso il diritto di parola, ma business first e allora dai a tirar su il cantiere! Dai, a zeppare il parco del Vesuvio di monnezza! Questi hanno pure fatto proposte; hanno detto "potenziamo la ferrovia che già c'è" - oppure " proviamo ad attuare una politica diversa per smaltire i rifiuti con gli impianti TMM e la raccolta differenziata gestita dal basso" - Avete mai udito proferire parola sulle nostre belle televisioni? No, fa più audience il martire, lo scontro, il compattatore in fiamme. Fa più comodo, ora come allora, pensare che siano solo "dei primitivi".

Nessun commento:

Posta un commento